Visitare il festival Orientale, Irlandese e America Latina in un colpo solo alla Fiera di Roma

 
Si prospettava una domenica di pioggia e quindi abbiamo scelto di andare a visitare un posto riparato dai temporali : la fiera di Roma dove si svolgeva il festival  d'Oriente.
Quindi cultura giapponese che ci piace molto ma anche uno sguardo alle diverse arti orientali e in più nel biglietto di 12 euro per adulti e 8 per i bambini fino a 10 anni  era incluso il festival irlandese e dell'America Latina !


Per gli appassionati del genere giapponese e per gli intenditori diciamo che non ci sono molte attrattive  "autentiche" ma se si procede nella visita animati da un semplice desiderio di vedere varie culture insieme e comprare qualche oggetto... magari qualcosa di interessante si può trovare e con i bambini è bello seguire la loro curiosità  oltre che  tenere a freno il loro desiderio di comprare qualsiasi oggetto !
Il festival d'Oriente è strutturato in due padiglioni:  il primo con accesso dall'ingresso est mentre entrando da quello nord si parte dal festival di America Latina . Ne esiste un secondo dopo quello irlandese dedicato sempre alle arti orientali ma marziali e qui si trovano tanti stand dove offrono massaggi di varie tipologie tipo thai, yoga etc .
C'è anche possibilità di provare qualche arte marziale con insegnanti che offrono brevi lezioni.
 Ci sono tantissimi stand per mangiare forse tanti quanti quelli che vendono mercanzie .
Il Festival Orientale  offre vari spettacoli come quello della vestizione del kimono, danza del ventre, esibizione di una contorsionista,  balli e canti di culture diverse.
Sono esposti modelli di vestiti cinesi molto simili al kimono giapponese ma si chiamano hanfu   e vengono utilizzati  solo in occasioni particolari ... Poi ci sono abiti di minoranze etniche...  Si può entrare in una piccola capanna mongola.... vedere delle raffigurazioni somiglianti all'esercito di terracotta ... Acquistare qualche spezia e anche complementi di arredo se interessa ! C'è anche una piccola mostra di bonzai veramente belli !
 
La parte irlandese è occupata nella maggior parte da stand gastronomici e pochi stand che offrono oggetti...





Farete contente le bambine acquistando loro le coroncine di fiori, ciondoli con le rune o altri oggetti tipici della cultura irlandese.
Interessante ascoltare i gruppi che si alternano sul palco suonando la tipica musica irlandese e vedere suonare la cornamusa.

Il festival dell'America Latina è altrettanto spoglio a parte classici stand gastronomici ed esibizioni sul palco c'è poco da vedere ma si possono fare tatuaggi sulle mani all'henné - presenti anche nella parte orientale.

E stata una bella passeggiata che ci ha permesso di "annusare" profumi ed osservare colori e usi di altri paesi anche se il tutto molto legato al merchandising di prodotti.
Ci siamo divertiti e forse se fosse stato il giorno previsto per l'evento olistico del lancio dei colori lo avremmo provato....ma non era quello .....
Per quanto riguarda il cibo, per risparmiare avevo portato dei panini e ho notato parecchia fila nei primi stand orientali e prezzi non proprio a buon mercato tipo spaghetti a 12 euro quando solitamente li trovi nei ristoranti a 6 euro, però ho notato prezzi più abbordabili nello stand orientale dedicato alle arti marziali e in quello dell'America Latina.... nel festival irlandese ho bevuto una ottima birra rossa  sgranocchiando noccioline tostate acquistate in uno stand di dolci e caramelle.

Sul mio profilo Instagram ho pubblicato altre foto ... Buona visita ....






Post più popolari