stranieri alla scuola di infanzia

www.blogroma.it


Una mamma: Hai visto quanti bambini sono entrati il prossimo anno?
twins(bi)mamma: bè mi pare una decina.La maggiorparte andranno via nella classe della mia gemella..
mamma: bè mai hai visto che sono tutti stranieri?
twins(bi)mamma: bè si ...ho visto...vabè qual'è il problema?
mamma: io vorrei che i nostri figli imparassero bene a parlare l'italiano...ma con questi nuovi arrivi torniamo indietro
twins(bi)mamma: non è detto e poi a me sembrano che siano tutti grandicelli 5 anni e +....
mamma straniera: a me non piace perchè io voglio che mia figlia stia con gli italiani altrimenti impara poco e male...
twins(bi)mamma: penso (alla faccia della solidarietà tra stranieri) e dico: prima conosciamo i bambini ...e poi io mi fido delle maestre se ci sono problemi lo faranno presente.......

dopo qualche tempo...

twins(bi)mamma incontra le due mamme di cui sopra: ah ho parlato con le maestre dei nuovi arrivi e mi hanno detto che entrano solo tre stranieri il resto sono tutti italiani perchè gli stranieri sono entrati alle scuole statali....

mamme: ah che bella notizia mi hai tolto un peso dal cuore....

Io penso che il mondo è vario ma bisogna avere un pò di fiducia nelle altre persone e poi affrontare le situazioni che eventualmente si presentano...certo io quando guardo le graduatorie penso sempre e solo una cosa: che ci sono molti bimbi italiani che rimangono fuori perchè la maggiorparte di essi hanno un ISEE superiore a quello presentato dagli stranieri (molti lavorano in nero) e perchè quest'ultimi presentano molte più agevolazioni... per il resto mi piace anche che i miei figli imparino e crescano in una società multietnica, ciò non penso vada a discapito dell'insegnamento...almeno lo spero..

Commenti

  1. bè, l'italiano si impara anche in famiglia e comunque i bambini dovrebbero impararlo dagli adulti (le maestre, ecc.) e non da altri bambini...
    io trovo che la multietnicità sia una ricchezza, casomai. e anche la storia dell'ISEE non sta in piedi, tanti italiani evadono le tasse, e tanti stranieri pagano le tasse e i contributi più degli italiani. anzi i pensionati di oggi dovrebbero ringraziare anche loro se ricevono la pensione, fra l'altro tanti di questi stranieri in vecchiaia torneranno al loro paese e tutti i contributi versati non li rivedranno mai più. infine, se tanti stranieri lavorano in nero è anche colpa dei datori di lavoro italiani che non li mettono in regola: la mia donna di servizio fino a pochi mesi fa (lavora qui da più di 4 anni) aveva come unici contratti regolari solo il mio e quello di un mio amico, le altre famiglie (non poche) le avevano sempre fatto capire che non erano interessate a metterla in regola. per fortuna poi ha trovato altre famiglie più "disponibili" e ha scelto di lavorare solo con queste, ma lo ha potuto fare solo dopo anni di esperienza. se noi italiani prima di tutto fossimo più onesti...

    RispondiElimina
  2. @cosmicmummy
    ciao..penso che anche in questo caso ci siano stranieri volenterosi e onesti e altri che non lo sono come gli italiani... A me sono invece capitate molte "colf" che chiedevano di non essere iscritte perchè non volevano cumulare il reddito con quello del marito...alla fine ho scelto la mia attuale che invece è "regolare".

    RispondiElimina
  3. sono pienamente d'accordo con te.baci

    RispondiElimina
  4. stasera ho scritto un post sullo stesso argomento , domani lo pubblico, passa dfa me! baci

    RispondiElimina
  5. Il problema delle scuole nelle citta' piu' multietniche e' piuttosto dibattuto anche qua.... oggi abbiamo visitato una scuola privata che costa un sacco di soldi, piena di stranieri di ceto medio/alto; i genitori si sono presentati alla visita non ti dico in frac, ma quasi..... io, rilassata anche nel vestire, mi chiedo: sono i soldi che fanno la differenza di qualita'?????? Come vedi l'immigrazione ha le sue ripercussioni anche qui.... Che casino la scelta delle scuole!

    RispondiElimina
  6. I l vero problema della scuola è il NUMERO. Non si può parlare di intregrazioen dove nelle scuole si supera il 70% di stranieri. Io ho la possibilità di scegliere tra 3 scuole private e 3 scuole pubbliche. La mia scelta si è basata sulla qualità dell'insegnamento e sulla qualità delle proposte didattiche, e questo per me si trova in una scuola statale,EVITATA da MOLTI italiani.In classe di mia figlia sono in 8 italiani su 25 ... vedi tè!Conclude l'ultimo meraviglioso anno scolastico, ricco di esperienza di condivisione, ricca nell'accettare e ricnoscere etnie e culture diverse. Per questo motivo ho scritto anche la seconda. Non rinuncio a delle bravissime maestre.Mi rendo conto che lo straniero spaventa,ma non si può essere così ottusi da impedire a priori un'esperienza di condivisione e accettazione fra pari soprattutto nella scuola dell'infanzia.Il prossimo anno partirà una classa al 100% stranieri.MA VERAMENTE DOBBIAMO AVER PAURA DI UN BAMBINO STRANIERO????

    RispondiElimina

Posta un commento

Commentando nel sito autorizzi GOOGLE e terze parti a processare i loro servizi in relazione ai commenti sul blog - nella Cookie Policy in dettaglio

COMMENTI SUL BLOG

Commentando nel sito autorizzi GOOGLE e terze parti a processare i loro servizi in relazione ai commenti sul blog (leggi la Cookie Policy per i dettagli)