inglese o teatro?

carnaval-fantasias.blogspot.com






Mi spiego....alla materna hanno previsto di inserire nella didattica questi due corsi. Ma mentre nella classe di Twin M verranno proposti entrambi i corsi, in quella di Twin G bisogna scegliere l'uno o l'altro.
Stamani stavo firmando sul corso di inglese poi mi sono bloccata.


La lingua straniera è importante ed è fondamentale oggi come oggi nel mondo del lavoro e penso che in futuro sarà un requisito base per qualsiasi tipo di lavoro, ma il corso di teatro, per sentito dire, sviluppa le capacità sensoriali del bambini, apre molti orizzonti di espressione.


Stiamo parlando della scelta per Twin G, bambina aperta ai rapporti con gli altri ma inizialmente ritrosa e molto selettiva, confrontando con il fratello, lui in una stanza piena di gente diventerebbe subito la mascotte del gruppo e Twin G lo seguirebbe dopo un giorno di attenta selezione. Ognuno ha il proprio carattere e per questo voglio ponderare bene questa scelta.


Adesso ragionando a mente fredda, penso che il corso più indicato per Twin G sia il teatro... per due motivi principali : l'aiuterà forse a essere meno diffidente inizialmente (comportamento che comunque ha i suoi pregi) e i twins adorano recitare, fanno spesso la rappresentazione di Biancaneve e Cappuccetto Rosso anche con la nostra partecipazione... solitamente io sono il principe di Biancaneve o il cacciatore di Cappuccetto rosso.


Insomma oggi ci rifletto... però mi farebbe piacerebbe sapere cosa ne pensate, in base alle Vs esperienze.
Grazie mamme

Commenti

  1. Io non credo molto nelle lingue imparate a scuola...e comunque per la loro età e per le caratteristiche caratteriali di Twin G mi sembra più indicato il teatro!
    POi sono cuoriosa di sapere, come procede la "separazione" tra i twins a scuola? Perchè il prossimo anno inizieranno il nido e dovrò decidere anche io se farli stare insieme oppure no...

    RispondiElimina
  2. bellissimo che nella vostra scuola almeno si possano scegliere altre attività.
    Nella nostra l'unica attività "extra", anche se bellissima e gestita in modo perfett, è la psicmotricità.
    Comunque, quello che penso io è che l'inglese è vero che insegnato ai piccoli dà maggiori risultati, ma continuo a credere che la nostra lingua vada ben assimilata, senza dubbi ed incertezze.
    Perchè saper parlare benissimo in inglese e poi non riuscire ad esprimersi correttamente in italiano!
    Sarò retrò, però quanti bambini (mi riferisco alle elementari) faticano a mettere insieme due concetti!
    Insomma...avessi potuto scegliere...vada per il teatro!!

    RispondiElimina
  3. @lollamamma
    ciao l'integrazione va benissimo. le maestre ci hanno detto che sono soddisfatte...i twins ogni tanto "emigrano" nell'una e l'altra classe ma senza problemi e seguono ognuno le attività del proprio "reparto" insomma io sono contenta e penso che questo sia un modo positivo di farli crescere....
    @ross
    grazie per il tuo parere.

    RispondiElimina
  4. Voterei anche io per il teatro...
    La mia considerazione, molto banale, è questa: alla materna non impareranno certo l'inglese. Impareranno dei vocaboli e delle canzoncine, ma un vero corso di inglese, a mio parere, funziona quando inglese è inserito nel programma scolastico e viene affrontato in modo 'scientifico'. In ogni caso vedo più semplice che sia tu, magari grazie ai lavoretti di inglese fatti nell'altra classe, a ripetere le filastrocche a casa tutti insieme, ottenendo lo stesso risultato.
    Un corso di teatro invece mi sembra un'occasione che non capita più: difficilmente, andando avanti con gli anni scolastici, ci sarà di nuovo questa occasione. Che secondo me è molto formativa, proprio per i pregi che hai elencato tu.
    Forse non sono molto saggia, scusami... ma un corso di teatro mi ispira tanta creatività in più.

    RispondiElimina
  5. amica, tu conosci i tuoi figli. però se ci pensi bene, alla mia presentazione lei è venuta subito, lui l'ho dovuto "convincere"!!!
    che poi si sia fatto convinccere facilmente è un altro discorso!!!
    se dovessi scegliere io, per matteo, sicuramente sarebbe teatro. la drammatizzazione aiuta i piccoli a vincere tante paure ed insicurezze e poi, come dice barbara, l'inglese fatto con qualche canzoncina non è poi così indicato.
    Bacetto
    yummy

    RispondiElimina
  6. @mamma felice
    @yummymummy

    grazie "mille" per la vostra risposta.

    RispondiElimina
  7. Nella materna di mio figlio i corsi non esistono, ma escluderei quello fi inglese a priori..almeno alla materna facciamoli giocare e basta...

    RispondiElimina
  8. @yummymummy
    twin M è il maschietto...da te sembrava + timoroso...e come dici tu twin G è stata la prima invece... comunque vada per il teatro

    @carlotta
    grazie parere... una mamma di una altra scuola mi ha detto - non so se vale solo dalle mie parti - che è contemplato inserire delle extra attività, nel caso di questa mia amica lei si è battuta per l'inserimento contrariando la coordinatrice che non era d'accordo.

    RispondiElimina
  9. Teatro!!
    Le lingue sí sono importanti eccetera blabla, peró l'occasione di teatro non c´é ogni giorno. O magari proponi di fare il teatro in inglese ;)

    RispondiElimina
  10. ottima scelta direi e comunque l'inglese glielo puoi sempre insegnare tu :-)

    RispondiElimina
  11. @sybille
    buona idea..ma non si può chiedere troppo...mi accontento almeno di poter scegliere in questa scuola che di questi giorni sembra cadere a pezzi......
    @melie°
    ciao...ci proverò intanto a familiarizzare con i suoni,,,ho comprato postman Pat in inglese (postino Pat che trasmettono su rai sat yoyo) perchè in italiano non esiste e a loro piace molto

    RispondiElimina
  12. TEATRO sicuramente!!!
    per l'inglese a scuola che dire...da me si fa, però solo per i bimbi di 4 e 5 anni e sottoforma di gioco..un'insegnante madrelingua prepara dei giochetti di gruppo .. però le "nozioni sono sempre quelle..i colori, il nome, i numeri..(e magari non sanno contare in italiano...)
    comunque penso sia solo per farli familiarizzare un po' con la lingua..mica imparano l'inglese..

    TEATRO...SI, SICURAMENTE TEATRO
    p.s. ti posso chiedere perchè li hai separati i gemellini?
    a presto

    RispondiElimina
  13. Io opterei per il teatro, secondo me è più indicato. Per le lingue c'è tanto tempo..

    RispondiElimina
  14. Tu conosci il carattere dei tuoi bimbi e quindi questo ti può far scegliere per il meglio. Io ti posso dire che ho avuto una fortuna con l'inglese, i miei mi hanno fatto seguire un corso facoltativo già all'asilo, cosa che 20 anni fa si poteva fare in ben pochi asili penso, e mi è servito tantissimo, i bambini piccoli prendono confidenza con la lingua con una facilità incredibile. Certo c'è sempre tempo, ma io mi sono accorta che questa cosa mi ha dato una marcia in più.
    Certo anche il teatro è una cosa bellissima...sono cose molto diverse, è peccato dover rinunciare ad una...
    Ti ringrazio per il passaggio e per il messaggio confortante...per fortuna gira anche tanta bella gente nel web :)
    un bacio
    Giulia

    RispondiElimina
  15. Io optai per il teatro a Scienziatino...perchè anche lui era un pò chiuso e stava sulle sue.
    A Stellina invece ho fatto fare inglese, ma lei è molto più " macchietta" e si è divertita molto...

    RispondiElimina
  16. Che belle iniziatevi che ci sono da voi,io ad ogni modo opterei per il teatro ,un saluto Chiara

    RispondiElimina
  17. grazie per le vs opinioni...per adesso vince il teatro 11 votazioni favorevoli...penso che quest'anno sceglierò il teatro poi vedremo il prossimo...comunque approfitterò di quanto imparerà twin M - il maschietto- per far partecipare la sorellina....ah mio marito opta per inglese ma cercherò di convincerlo...

    @getta
    piacere mio.

    @SLY
    non li ho divisi per mia scelta ma per una precisa indicazione della materna, la vecchia filosofia (ora dicono che è il contrario)di pensiero dice che è meglio separarli per potenziare le loro capacità ma penso che più che altro serva per quei gemelli stesso sesso che potrebbero sviluppare un attaccamento eccessivo.....però fortunatamente i miei si sono adattati bene, la scuola è piccola, ci sono solo due classi e sono attaccate quindi la divisione è relativa. Comunque ognuna ha una sua didattica, infatti come descritto nel post, l'insegnante di twin G ha deciso di far scegliere una sola attività perchè (parole sue) il programma didattico e i suoi obiettivi ne risentirebbero perchè non riuscirebbe a portare a termine nulla avendo i bambini impegnati 4 pom a settimana....da una parte mi sembrano parole confortanti anche se vuol dire far rinunciare uno dei twins a un corso.

    RispondiElimina
  18. teatro sicuramente. per l'inglese noi abbiamo optato per la familiarita' con i suoni della lingua e vedono i film e i cartoni in lingua originale. Loro hanno la grande fortuna di passare un periodo ogni anno in paesi british e quindi lo impareranno dal vivo come e' successo a me. Senza fretta e senza ansie.
    Giuro non ti leggo nel pensiero, mi consola molto che gli stessi argomenti siano vissuti in contemporanea da piu' mamme.
    bonzomamma

    RispondiElimina
  19. anch'io opterei per il teatro, visto le inclinazioni della tua pupetta..per l'inglese approfitta del fratellino..
    baci!!

    RispondiElimina
  20. Mi accodo ai commenti di sopra, non credo che la qualità dell'inglese alla materna sia significativa, poi con le risorse delle scuola oggi! al posto tuo sceglierei teatro che potrebbe diventare davvero una esperienza importante per la bimba.

    RispondiElimina
  21. scusa twins..leggo solo ora la tua risposta...era solo per avere un parere...i miei gemelli sono insieme, ovviamente per scelta mia..ma le maestre non mi hanno fatto alcun appunto..già lo scorso anno erano assieme in un'altra struttura..ma non ho mai avuto problemi..tanto in casa giocano assieme, quanto fuori si ignorano..lei cerca le femmine e lui i maschietti..
    a scuola invece mi sono ritrovata a dover convincere una mamma a separare i suoi gemelli (MeF) (che lei avrebbe messo assieme) ma non c'era il posto e la soluzione era di dividerli...e mentre le parlavo..mi sono resa conto che il problema è mio, come mamma..sono io a volerli assieme per una comodità mia....e anche mio marito la pensa come me..ma non vorrei fosse solo egoismo...Grazie per la risposta!

    RispondiElimina

Posta un commento

Commentando nel sito autorizzi GOOGLE e terze parti a processare i loro servizi in relazione ai commenti sul blog - nella Cookie Policy in dettaglio

COMMENTI SUL BLOG

Commentando nel sito autorizzi GOOGLE e terze parti a processare i loro servizi in relazione ai commenti sul blog (leggi la Cookie Policy per i dettagli)